Feeds:
Articoli
Commenti

Ho sempre pensato che quella storia sul mal d’africa fosse un’enorme cazzata, uno di quei racconti fatti con pathos per impressionare e far invidia agli amici.  Io, cintura nera di cinismo e fastidio, di fronte a quelle affermazioni tipo ”l’africa ti cambia!!” ho sempre risposto con un sorrisetto di presa in giro … ”si va beh adesso 4 negretti affamati, un leone che ruggisce e 2 palme ti fanno felice, sei proprio un poveretto!”

Ebbene arrivata alla fine di questa vacanza alternativa, sarahcarla, che nella routine di tutti i giorni non conosce equilibrio, che si muove come una trottola, che risponde nervosa, che cammina stizzita, che si dimentica di salutare e sbuffa per i convenevoli, la stessa sarahcarla che regala sorrisi a profusione solo ai pazienti e fa ballare tutto il resto del suo mondo sul palco dell’incertezza…” le gireranno i coglioni stasera a sarah o sara’ la sua giornata si e allora si ride!?!?!?”…ecco questa stessa sarahcarla, a Pemba ha assaporato la Pace. Continua a leggere »

Annunci

Ieri sera mi preparo le domande che dovro’ fare alle donne di una microisoletta a 10 minuti di barca da penba…e’ tipo il quartiere sfigato, non se li caga nessuno, hanno l’acqua del pozzo piena di colera e le latrine comuni, l’acqua buona arriva da pemba ma troppo poca, quindi devono venirsela a prendere con le barche. beh, meglio che la cacarella, no? Una delle domande dell’intervista e’  ”Cosa pensi della barca che devi usare per andare a prendere l’acqua pulita?” le risposte piu’ comuni: ” il trasporto e’ pericoloso”,  ”quando c’e’ vento si rischia di cadere”, ” molti sono morti”… dai ragazzi non esageriamo eh, e che sara’ mai!!! va bene che i problemi piu’ grossi al mondo li avete voi, ma avete mai preso la tangenziale est alle 6 di pomeriggio? Continua a leggere »

Forse esagero, ma a me sembra di essere a casa, mi sembra che questo luogo sia mio, o forse e’ di tutti perche’ la gente ti vuole bene, ti augura ogni bene, ogni saluto e’ accompagnato da un sorriso enorme, proprio come sulla metro da noi! sabato abbiamo mangiato in un baracchino in mezzo alla strada, patatine fritte, uova, carne e un milione di mosche, totale 5000 lire in 5! Ha offerto francesco-il consulente-guarda come sono figo…ho subito precisato che se si aspetta che ricambio con un pranzo a milano, per me puo’ morire di fame… a me non mi freghi consulente “nuvo’, noi nuvoliamo”…si si nuvola nuvola, vai vai… Continua a leggere »

Qui non e’ come da noi che siamo addestrati a scegliere, decidere, fare, fare veloci … qui  funziona che non controlli nulla, non fai scelte, non puoi decidere…lo fa la vita per te. Qui succede che la vita decide di darti sei figli e poi magari di portartene via un paio. Qui succede che stamattina in un ospedale senza medicine, senza personale (praticamente senza ospedale) sarahcarla assiste impotente alla vita che decide.

Femmina, 4 mesi, meningite, convulsioni in atto…minchia cominciamo bene, febbre: 40, 5 …daje poi? oh belli, n’se semo capiti, io sto in vacanzaaa!!! vabbe poso la borsa, zompetto intorno al pediatra cubano che pacioso scrive un inutile temino sulla cartella clinica, lo guardo male, intanto la dottoressa italiana, veronica di roma, prende in mano la situazione…i farmaci sono tutti in pasticche, (utiliiiiiii…. tieni bella bimba di 4 mesi,mastica senza denti una pastiglietta!!) ok, sondino nasogastrico, medicine sciolte nell’acqua…ma del paracetamolo? no, perche’ le sta a bolli’ il cervello! non c’e’. ma come? in che senso? che e’ nell’altra stanza? nell’ altro reparto?lo vado a prendere? NON C’E’ sarah, non c’è una cazzo di tachipirina in tutto l’ospedale…il paracetamolo arriva con deborah, la febbre scende, ma la situazione non migliora, ventiliamo con l’apparecchio per l’ossigeno rotto, niente monitor, niente di niente, alla boris, a cazzo de cane…peggiora, funzioni respiratorie e cardiovascolari compromesse… il cubano ‘” is question of time”… Continua a leggere »

sarahcarla a Pemba…

Arrivo trafelata a malpensa e mi piazzo in coda…mi guardo intorno ed eccoli, la felice mandria di coppie con le fedi lucidissime che si lanciano sguardi innamorati al suon di ”Oh amoreee, non voglio fare un cazzo per almeno 2 giorni, cioe’ non cominciamo col gioco aperitivooo e quant’altro perche’ io voglio solo morire al soleeee” (va letto con fastidiosa cantilena milanese) e poi gruppi di amici con cappello da cow boy (ma perche’ che vai in africa, cretino!) che fanno a gara a chi fuma piu’ siga prima della partenza ”raga, io 9 ore non ce la faccio, io fumo in bagno, e se la hostess mi becca,la limono!” (questo e’ da leggere con cadenza tamarra)

mi guardo, sono in tuta da casa e gia’ sudata che faccio schifo, carica di 16,8Kg di medicine e presidi medici vari, alcuni anche stagionati, mi siedo ridacchiando…che l’avventura cominci: Sarahcarla va a pembaaaaa!!! (e senza nemmeno un tubino e chi l’ avrebbe mai detto) Continua a leggere »